Share:

Intervista al Franchisee


Belén Rodriguez

By: Email Author

L'altra Belén: intervista esclusiva

Quando lasci casa tua neanche maggiorenne con poco più di 180 dollari in tasca, attraversi un oceano e dopo una manciata di anni in un paese straniero i media ti chiamano solo per nome perché tutti ti conoscono, un po' imprenditrice di te stessa devi già esserlo.

Ma oggi Belén (Rodriguez, ça va sans dire) ha esordito nel mondo imprenditoriale quello ufficiale.

Dopo l'inaugurazione del primo monomarca Cotril Salons a Milano, la showgirl argentina racconta la sua svolta da testimonial a imprenditrice del beauty. E dà un consiglio ai giovani…

Qual è il suo ruolo nella società?
È un ruolo a tutto tondo, sono impegnata in prima persona nella ricerca, nella sperimentazione di nuovi trattamenti estetici, nella elaborazione delle nuove tendenze.

Perché ha deciso di passare da testimonial a socia?
Adoro il settore dell'estetica, mi appassiona la cura di se stessi, la ricerca del bello. Sono la prima a provare tecniche sempre più innovative per sentirsi bene nella propria pelle e nel tempo credo di avere acquisito una competenza importante che adesso voglio mettere al servizio anche delle altre donne.

Quali sono i valori di Cotril in cui si riconosce? In che cosa si differenzia Cotril rispetto agli altri saloni?
La professionalità innanzitutto. Cotril rappresenta il livello più alto dell'hairstyle in Italia , e quindi nel mondo, perché quando si tratta di estetica gli italiani non hanno rivali. E poi la ricerca. Abbiamo un laboratorio enorme, appena fuori Milano (a Ospiate, ndr). Sono costantemente lì dentro, la nostra ultima sfida è stata la nuova paletta di brownie, diverse sfumature di castano per i capelli che hanno il pregio di non virare al rosso, come quasi sempre succede con queste nuance.

Leggi tutta l'intervista sul numero 4/2015 di Beesness: