Introduzione al franchising

Da: Email Author

I vantaggi di aprire un'attività in franchising.

Il maggior vantaggio per coloro che decidono di aprire un'attività in franchising è la riduzione del rischio di fallimento. Dal momento che un franchisor serio avrà provato, testato e collaudato il business concept sul mercato, gran parte dei difetti saranno già stati risolti ed i rischi per il franchisee ridotti al minimo.

Il franchising dà la possibilità ad un piccolo imprenditore di competere con grandi business. Tramite il franchising un franchisee può sfruttare i vantaggi delle economie di scala: tutti i franchisee insieme possono comprare a condizioni migliori ed a minor costo rispetto ad un business individuale. Aggiungi a questo il supporto del franchisor e il franchisee avrà un vantaggio distintivo sopra qualsiasi piccolo operatore indipendente concorrente.
In una franchise seria, i prodotti, le attrezzature ed il sistema in generale saranno già stati testati sul mercato e quindi il franchisee si troverà a proporre qualcosa di rapida accettazione da parte dei consumatori.
Grazie all'addestramento impartitogli dal franchisor, il franchisee impara a svolgere l'attività molto velocemente, aumentando quindi considerevolmente le probabilità di avere successo. I franchisee "toccano il suolo correndo" quando aprono la loro attività in franchising, dal momento che entrano nel mercato con un marchio già conosciuto, un sistema di business collaudato e prodotti/servizi già testati sul mercato.

Un franchisee ha "le spalle coperte" da una vasta organizzazione che unisce le risorse, particolarmente nel campo della pubblicità e del marketing dove ogni franchisee, contribuendo un po', può avere il beneficio di un grande budget a questo scopo. I franchisee sono quindi in grado di promuovere i propri prodotti e servizi su media che sarebbero altrimenti inaccessibili in termini finanziari. In una franchise ben strutturata e gestita, il franchisee è lasciato concentrarsi sulla vendita dei prodotti/servizi mentre, allo stesso tempo, riceve il beneficio di continue ricerche di mercato e sviluppi per migliorare il business ed il sistema di franchising.

In molti casi i franchisee hanno l'esclusiva territoriale e questo, in effetti, gli dà il monopolio sull'area a loro destinata, a patto certamente di svolgere l'attività sotto il marchio del franchisor.
Il franchisee ha inoltre il vantaggio dell'esperienza del franchisor nella gestione manageriale ed amministrativa, in aggiunta alla quale molti franchisor danno anche back up e supporto, inclusi servizi per assistere il franchisee nei suoi sforzi quotidiani. Questo supporto comprende servizi manageriali ed amministrativi, informazioni sui prodotti e supporto di marketing.

* Liberamente tratto da un articolo di Manzoor G.K. Ishani, noto esperto legale inglese di fama internazionale

Aderire a un sistema di franchising: perché è giustificato il versamento al franchisor di un diritto di ingresso?
(a cura di Giuseppe Bonani)

Sempre più persone, nonostante la fase di recessione economica in atto, cominciano a pensare che aprire un negozio di prodotti o un centro servizi in franchising siano il percorso più sicuro per avere successo. La sola parola “franchising”, negli scorsi anni, poteva indurre le persone a aderire a reti di franchising non proprio trasparenti. Oggi in Italia, come in quasi tutti i mercati europei, il settore franchising è regolamentato dalla legge del 2004 e i potenziali franchisee sono più tutelati rispetto al passato. E’ utile sapere che il franchising non è un passaporto per il successo, ma che entrare in una rete comporta un duro lavoro e un impegno costante nel tempo.
I candidati al franchising devono essere consapevoli che per aprire, ad esempio, un negozio (abbigliamento, gioielleria, ad esempio) è richiesto un investimento iniziale di apertura significativamente, in termini di capitale e di risorse personali, rispetto a un'attività indipendente. Con un tale elevato costo di impianto di una franchise, gli imprenditori inesperti lamentano la richiesta da parte dei franchisor di diritti di ingresso.
Dal punto di vista dei franchisor la richiesta di diritti di ingresso nelle reti è giustificata. Vediamo brevemente alcune ragioni e motivazioni per le quali i franchisee sono tenuti a versare dei diritti di ingresso e a sostenere costi di start-up.

Marketing e promozione

L'elevato costo di entrare a far parte di una rete di franchising è giustificato dalle spese di promozione e di marketing di cui il franchisee beneficia nella fase di avvio. La marca e il nome sono gli elementi che il franchisor apporta a tutti i componenti della rete.

Altri benefici trasferiti ai franchisee

Il contratto di franchising prevede la concessione al franchisee di usare l’insegna del franchisor, i marchi, il know-how e altri beni intangibili. Tutti questi elementi si traducono per il franchisee vantaggi pratici già al momento dell’apertura del punto vendita.

Consulenza e assistenza gestionale

Una volta che il punto vendita del franchisee è stato aperto, il franchisee viene a identificarsi con il franchisor. Quest’ultimo sostiene il franchisee nello sviluppo di competenze manageriali e operative finalizzate al corretto del funzionamento dell’attività, del marketing e della pubblicità del negozio. Inoltre, il franchisor assiste il franchisee nell'individuazione della posizione strategica del nuovo punto vendita.

Altri supporti operativi

Il franchisor assiste il franchisee in tutti gli aspetti dell’attività. Il personale del franchisor si prende cura delle principali problematiche amministrative del punto vendita, dell’addestramento iniziale del franchisee e della assunzione e formazione dei suoi impiegati e collaboratori