Franchises News


October 2, 2008

Internet uno strumento fondamentale di sviluppo delle reti

Giuseppe Bonani




Internet risulta essere uno strumento di sviluppo sempre più utilizzato dai franchisor

Lo scenario: Internet e Franchising
Nel corso degli ultimi anni si è assistito ad una crescita del franchising in Italia, continua e costante, come dimostrano i Rapporti sul Franchising pubblicati nel corso degli anni da Quadrante e da Assofranchising.
Il numero di iniziative imprenditoriali aumenta e ciò lo si può riscontrare, non solo nei dati statistici sopra citati, ma anche dalla crescita del numero di insegne che inseriscono i loro profili nei portali internet dedicati al franchising. L’Annuario del Franchising on line, ad esempio, è passato da poco più di 300 insegne nel 2006 ad oltre 500 marchi inseriti al suo interno nel 2008.
La costante crescita è abbinata anche all’entrata nel mercato di reti serie e affidabili. Si tratta di franchise di qualità, che si espandono in linea con la diffusione della cultura della formula e con il rispetto della regolamentazione del franchising – introdotta nel 2004 - e dei codici deontologici – emanati dall’Assofranchising e dalla Federazione Europea del Franchising - che ne regolano il funzionamento.
A concorrere a questo tipo di qualità gioca senz’altro un ruolo di rilevanza la diffusione dei nuovi media e la facilità con la quale oggi è possibile reperire qualsiasi tipo d’informazioni sulle reti in tempi rapidi e a costo zero. Oggi, rispetto a dieci anni fa, molti sono gli strumenti e le occasioni per conoscere ed aggiornarsi sulla realtà del franchising. Le nuove tecnologie offrono strumenti che permettono di attingere a grandi ed organizzati serbatoi d’informazione, in tempo reale e continuativo.
Grazie alla presenza di siti web specializzati, è possibile informarsi sulle reti in maniera dettagliata, documentarsi, chiedere delucidazioni in modo estremamente veloce e fare raffronti tra le diverse proposte di franchising.
Il franchisor di oggi non può più prescindere da una completa e veritiera comunicazione della propria proposta commerciale. In caso contrario, potrebbe incappare nel pericoloso effetto “boomerang” che scaturisce da una cattiva o addirittura assente comunicazione. Essere aggiornati, rapidi, chiari e veloci diventa essenziale per competere nel proprio settore e raggiungere fette di utenti sempre più vaste.
Sfruttare le potenzialità di Internet e dei siti specializzati sul franchising è quasi d’obbligo: su Internet, le risorse sono tantissime e, soprattutto, sono a disposizione dell’utente 7 giorni su 7, 365 giorni all’anno. E’ lo strumento che sta rivoluzionando il mondo del franchising e che sta prendendo sempre più piede come fonte per la ricerca di insegne e di utili contatti, a tutto vantaggio, non solo dei franchisor, ma anche dei futuri operatori franchisee.
 

I Siti aziendali
Uno strumento fondamentale a disposizione dei franchisor per presentarsi al mercato è la costruzione di un sito “corporate” che presenti l’azienda e fornisca tutte le informazioni necessarie agli utenti ed al pubblico in generale.
Crediamo che ormai la totalità delle insegne italiane che intendono svilupparsi con il franchising abbiano aperto su Internet un sito aziendale. Molti siti, ma non tutti, hanno una sezione dedicata ai candidati all’affiliazione. Questa è un’ulteriore possibilità per le aziende franchisor di entrare in contatto con potenziali, futuri affiliati.
 

I portali che generano contatti
Esistono centinaia di siti che forniscono, in modo più o meno esauriente, le caratteristiche delle principali reti di franchising italiane e straniere. Esistono anche dei portali sul franchising che permettono di reperire informazioni sugli affilianti di tutti i Paesi del mondo.
Dal 2004 circa, esauriti i timori e gli scetticismi generati dalla bolla della new economy della fine degli anni ‘90, anche in Italia si è assistito ad una ripresa di interesse da parte delle aziende verso Internet, come strumento per farsi pubblicità. Questo processo è diventato sempre più evidente negli anni successivi: lo IAB (Interactive Advertising Bureau) ha registrato ogni anno percentuali di crescita della pubblicità on line nell’ordine di circa il 30/40 % rispetto all’anno precedente, a fronte di una stagnazione dei canali tradizionali (carta, televisione, radio, ecc.).
E’ tuttavia ancora presto per poter parlare di maturità: se andiamo infatti a confrontare i livelli di sviluppo della pubblicità on line nel resto d’Europa, notiamo come l’Italia sia ancora il fanalino di coda. Paesi come il Regno Unito e la Francia sono ben più all’avanguardia in questo settore. Ad ogni modo, è molto probabile che, continuando a crescere ai ritmi attuali, l’Italia riuscirà in poco tempo a colmare questo gap, raggiungendo i livelli di maturità del web di paesi come Usa e Regno Unito.
Il settore del franchising si è dimostrato molto ricettivo agli sviluppi del web, sia in Italia che in Europa. Paesi come Regno Unito e Francia contano ormai decine di portali specializzati, utilizzati dalle reti in franchising per cercare nuovi affiliati. I vantaggi del recruiting on line sono ormai ampiamente riconosciuti, per citarne alcuni: la capacità del web di raggiungere un target specifico in qualsiasi area geografica, la facilità di confronto tra le varie offerte da parte degli utenti, l’interattività e quindi l’immediatezza di contatto tra i due soggetti, affiliato e affiliante, infine l’economicità, ossia il basso costo di una pubblicità on line rispetto ai media tradizionali.
Questi e altri vantaggi hanno in breve convinto le franchise europee ad affidarsi ad internet come canale privilegiato per la ricerca di affiliati, sulla scia quindi di quanto già accaduto in Usa dove portali specializzati, dedicati precipuamente alla generazione di utili contatti a favore dell’affiliazione, sono oltre sessanta e i franchisor spesso ne utilizzano contemporaneamente più d’uno. In particolare in Europa, che sarà sempre più vista come un mercato unico, le franchise hanno privilegiato quei portali sviluppati in forma di network internazionali, che consentono la ricerca di master franchisee in più paesi. La formula del master franchising consente infatti ad una franchise di espandersi facilmente anche in altri paesi. Di conseguenza si spiega la nascita di portali in grado di offrire non solo la ricerca di affiliati sul paese di nascita della franchise, ma anche di investitori stranieri su altri paesi.
Anche in Italia esistono, oggi, diversi portali specializzati che generano contatti con i futuri franchisee. A questi si aggiungono nuovi portali gestiti dagli editori di periodici del franchising.
 

L’Annuario del Franchising on line
Uno strumento a disposizione dei franchisor per essere presenti sul web è l’Annuario del Franchising che è un vero e proprio catalogo on line delle franchise attive in Italia. Nel 2005, a fianco dello storico Annuario Assofranchising a stampa, si è aggiunta l’edizione on line.
L’Annuario on line nasce come spazio espositivo virtuale per i franchisor operativi nel territorio italiano che vogliono presentare, con informazioni sintetiche ed esaustive, le proprie franchise. Le informazioni contenute nelle schede e nei profili, sono fornite direttamente dalle aziende e sottoscritte dai responsabili franchising delle aziende franchisor che s'impegnano a comunicare tutte le variazioni intervenute via via nel tempo. I franchisor stessi possono infatti modificare in ogni momento le informazioni relative alla propria franchise seguendo semplicemente le istruzioni presenti sul portale. Questo sistema, costantemente aggiornato, dà un carattere ufficiale alle informazioni inserite nel portale.
Le schede dei franchisor sono inserite sull’Annuario on line sulla base di una griglia di 30 settori di attività, semplice e leggibile e utile soprattutto a chi si avvicina per la prima volta al mondo del franchising. In tal modo l’Annuario del Franchising on line si posiziona come un medium semplice e sempre aggiornato e destinato dunque a soddisfare le esigenze di un pubblico di navigatori estremamente ampio, che include i franchisor, i franchisee (attuali e potenziali), gli operatori del settore (associazioni, aziende di servizi al franchising, portatori di interesse, ecc.), i consulenti di marketing, gli studenti in cerca di informazioni e così via. Questo portale ha come visitatori due pubblici di riferimento principali, direttamente interessati al servizio offerto dal portale: i franchisor e gli individui in cerca di occasioni di franchising.
Per i franchisor il portale è una vetrina. Offre la possibilità di porre in una situazione di grande visibilità le proprie franchise, con tutti i dati ed i contatti necessari ad ottenere occasioni di collaborazione e di selezione di candidati interessati. Oltre all’aspetto prettamente commerciale di generazione di contatti, vi è quello non meno importante di pubblicità ed immagine del brand, collegato alla possibilità di apparire su un sito comunque frequentato dalla comunità del franchising nel suo complesso, con tutti i suoi principali attori al seguito.
Per i neo imprenditori in cerca di occasioni d’affari in franchising, l’utilità del portale è assicurata. Per chi ha risorse finanziarie ma non ha ancora idea di come allocarle è un buon punto di partenza per orientare l’investimento, nella scelta soprattutto del settore che offra maggiore rispondenza alle proprie risorse e necessità. Per chi sa già in quale ambito orientarsi, l’Annuario on line offre il dettaglio, l’elenco dei “chi”, dei potenziali partner tra i quali sceglierne uno per avviare un rapporto di collaborazione.
 

Prospettive future…
Il franchising troverà sempre più spazio sul Web e con ritorni che, forse ancora oggi, sono impensabili. In un recente convegno – lo IAB Forum, tenutosi a Roma il mese di maggio 2008 – è stato segnalato che gli investimenti sul Web hanno raggiunto nel 2007 la ragguardevole cifra di 690 milioni di euro e che il trend sarà molto interessante negli anni a venire. E pensare che – come annunciato da un relatore al convegno – la pubblicità su Internet ha mosso i primi passi solo dieci anni fa, cioè nel 1998. 
Siamo certi che il franchising si adeguerà al trend generale e siamo fiduciosi poiché molti indicatori già anticipano questo movimento.
Negli ultimi dieci anni il giro d’affari del franchising è passato da 10 miliardi di euro agli attuali 21 miliardi. Le insegne sono passate da 502 unità del 1998 alle attuali 800. Il numero degli affiliati è passato da 26.000 unità del 1998 ad oltre 50.000. Gli addetti occupati nelle aziende franchisee sono cresciuti da 73.000 unità alla oltre 180.000 persone del 2008.
Anche lo “spirito di gruppo”, principale elemento del successo dei sistemi di franchising, ha fatto sì che l’ente associativo dei franchisor italiani abbia registrato una repentina crescita dei suoi associati raggiungendo, all’inizio del 2008, il traguardo di oltre 200 insegne; solo dieci anni fa Assofranchising contava – compresi i fornitori di servizi – 50 associati.

Giuseppe Bonani

Articolo pubblicato su: Annuario del Franchising – Repertorio Assofranchising, giugno 2008



Altri articoli di notizie rispetto allo stesso mese


Settembre 2008

Agosto 2008

Luglio 2008

Giugno 2008