Franchises News


February 12, 2009

Audiweb 2008: sempre più internet mobile per gli italiani

Il Sole 24 Ore

Italiani sempre più internauti e sempre più evoluti nelle modalità di accesso alla rete. E' quanto emerge dall'ultima Ricerca di Base Audiweb (Audiweb Trends, www.audiweb.it) per l'anno 2008 (condotta tramite 7.200 interviste face to face su un campione della popolazione residente e rappresentativo della fascia di età che va dagli 11 ai 74 anni). Obiettivo: individuare il consumo digitale degli italiani. In particolare, i dati rivelano come il 58,5% della popolazione appartenente al target di riferimentotra gli 11 e i 74 anni (27,8 milioni) dichiari di avere un accesso a Internet da qualsiasi luogo (casa, ufficio, studio, altri luoghi) e attraverso qualsiasi device, con una particolare preferenza per l'accesso da casa (49,6% della popolazione) soprattutto tra gli studenti universitari (88,2%), nelle prime due fasce d'età, 11-17 (62,7%) e 18-34 (61,6%), con percentuali significative anche tra gli individui in cerca di prima occupazione (46,6%).

Le famiglie.
Quelle con un accesso a internet da casa sono 9,3 milioni (45,7% delle famiglie italiane) ma 11,4 milioni possiedono almeno un computer di proprietà o in leasing (oltre la metà delle famiglie, un grande potenziale per l'audience di internet). In genere, poi, chi accede da casa presenta anche una maggiore familiarità con la tecnologia: oltre alla Tv tradizionale (il 96,2% delle famiglie con accesso a internet) e al telefono fisso (93,7%), il 33,3% possiede una console di giochi, il 32,4% è dotato di Tv satellitare, il 26% di Tv digitale terrestre e solo il 3% di Tv via cavo. Inoltre, quasi i tre quarti dei nuclei familiari preferisce navigare in libertà con l'Adsl (71,1%) e soprattutto con un abbonamento flat (88,8%), un dato che lascia supporre un uso ormai consolidato di internet nelle case italiane.

Il profilo degli internauti. Navigano, quasi alla pari sia uomini che donne. L'accesso alla rete da qualsiasi luogo e strumento, infatti, è ben rappresentato sia tra gli uomini (62,2%) che tra le donne (54,9%) di tutte le fasce d'età ed è ben distribuito nell'Italia del Nord e del Centro, con una maggiore concentrazione nel Nord Est/Centro (con un 65,1% per entrambi i casi) e nel Nord Ovest (con il 61,2% dei casi). Il profilo degli individui che dichiarano di avere un accesso a internet è medio/alto: il 92,6% dei laureati e l'80,9% dei diplomati, con una condizione professionale qualificata (il 96,3% dei dirigenti/quadri/docenti universitari e il 91,9% degli imprenditori e dei liberi professionisti) e il 95% degli studenti universitari.

Online ovunque. Ma Internet rappresenta uno strumento lavorativo molto utile anche quando si è fuori ufficio o in movimento. Dalla ricerca risulta che il 9,6% degli intervistati tra gli 11 e i 74 anni (4,5 milioni) dichiara di consultare Internet in luoghi "non convenzionali": questo oggi è possibile grazie all'avvento di smartphone o cellulari dotati di accesso a internet o in luoghi pubblici come internet point e biblioteche). Nel dettaglio, risulta che, nonostante l'alto livello di diffusione di telefoni cellulari in Italia, la disponibilità di accesso a internet via cellulare/smartphone o PDA non è ancora abbastanza diffusa, coprendo solo il 6,1% della popolazione (2,9 milioni di individui). Il profilo dei possessori di cellulare con accesso a internet in movimento (smartphone/cellulare/PDA), è rappresentato principalmente nella fascia d'età tra i 18 e i 34 anni (10,1%), al Centro Italia (10,1%), tra i laureati (11,1%) e nelle categorie professionali qualificate (17,2% degli imprenditori/liberi professionisti e 13,7% dei dirigenti/quadri/docenti universitari.

di Chiara Conti

http://www.ilsole24ore.com

 



Altri articoli di notizie rispetto allo stesso mese


Gennaio 2009

Dicembre 2008

Novembre 2008

Ottobre 2008