Franchises News


April 2, 2008

Manhattan nel nome di Bacco

Fonte: Stile.it




Nuovi indirizzi del gusto a Manhattan. Dilaga negli States la moda del wine bar. La nuova formula “bere ma con gusto” importa il made in Italy nella scena newyorkese.

Sorseggiare un buon vino gustando affettati, fritti e formaggi: ecco la nuova formula di successo made in Europe che sbarca oltreoceano. Sono i wine bar i locali protagonisti della scena newyorkese, di giorno incontrastata capitale della moda, della finanza e di sera città frenetica dalla mille luci e colori.

Il vero cuore pulsante è Manhattan, il più piccolo ma allo stesso tempo il più affascinante distretto della grande mela con i suoi quartieri esclusivi, con la sua identità moderna, cosmopolita e mondana in cui si confrontano quotidianamente una pluralità di etnie. Una posizione di spicco occupa naturalmente l’Italia che, tra i maggiori produttori vinicoli del mondo, offre una vasta selezione di prodotti in grado di soddisfare anche i palati più raffinati.

Passeggiando per la Terza Avenue ci si addentra nell’Upper East side, la zona chic nel pieno dell’arteria commerciale a pochi isolati da Bloomingdale’s, dove al civico 1081 si scorge l’Accademia del Vino, deliziosa cantina italiana in cui gustare i piatti succulenti e genuini dello chef Kevin Garcia da abbinare rigorosamente alla prestigiosa offerta di oltre 500 vini per la maggior parte provenienti dai vigneti italiani.

Dall’Italia alla Spagna: la cucina parla spagnolo nel Bar Jamon, nel quartiere Gramercy Park (125 east 17th street), un tapas bar dal gusto saporito  tra prosciutti iberici, churros… il menù? Le specialità della casa sono manoscritte sullo specchio, basta dunque allungare lo sguardo aldilà del bancone per farsi venire l’acquolina in bocca e riscoprire la bellezza del mangiare.

Per un sapore più internazionale si consiglia WineCellar nel quartiere di Downtown, nell’ottava strada, (28 West 8th street), che offre ai suoi clienti un ambiente soft realizzato grazie ad un arredamento dai caldi e tenui colori del legno, luci soffuse, con un casual food menù studiato per esaltare le sublimi pietanze con le migliori etichette presentate nella carta dei vini: più di 50 nomi celebri legati ai vigneti veneti e piemontesi ma anche alle produzione d’oltralpe in quel d’Alsazia oltre a quelle californiane.

Link utili

Usabound
www.usabound.com

NYC & Company
tel. 02/48102315 (Milano)

www.nycvisit.com

Fonte: http://turismo.stile.it/articoli/2008/03/27/manhattan-nel-nome-di-bacco.1729077.php

 



Altri articoli di notizie rispetto allo stesso mese


Marzo 2008

Febbraio 2008

Gennaio 2008

Dicembre 2007