Introduzione al franchising

Da: Email Author

IL PUNTO DI VISTA DEL FRANCHISEE: COSTI

I vantaggi che derivano dall’acquisto di una franchise spiegano perché in Italia vi siano più di 1.000 opportunità di franchising. Comunque, questo numero è comparato a milioni di altre attività indipendenti. Evidentemente ci sono anche buoni motivi perché non tutti scelgano una franchise.

Pagamento di un diritto d’ingresso. Un notevole ostacolo ad avviare una franchise è rappresentato dal diritto d’ingresso richiesto dal franchisor. Questo può variare da alcune migliaia di Euro a molte centinaia di migliaia di Euro. Due sono gli aspetticritici che riguardano la tua decisione d'acquisto di una franchise. In primo luogo è necessario domandarsi se si è in grado di pagare il diritto d’ingresso e, in seconda battuta, se ci si può aspettare un ragionevole ritorno sull’investimento.

Pagamento di royalty. Il franchisor normalmente richiede al franchisee il pagamento di royalty periodiche. Queste sono percepite in una percentuale del giro d’affari. Di solito la royalty è inferiore al dieci percento. Alla lunga, alcuni franchisee possono cominciare a risentirsi nel versare la royalty poiché hanno acquisito una grande esperienza e hanno costruito un vasto “parco clienti". Spesso, questo successo personale del franchisee rafforza la sua convinzione di poter continuare l'attività anche senza l'assistenza del franchisor. Oltre alla royalty, i franchisor frequentemente richiedono il pagamento di una piccola percentuale dei ricavi lordi per lo sviluppo di attività di marketing cooperativo.

Adeguamento alle procedure standard di operatività. È importante capire che, per la maggior parte dei franchisor, esiste solo il loro modo di gestire l'attività. Il successo di una franchise rimanda a metodi operativi sperimentati e consolidati e per questo il franchisor non ammette variazioni. Un franchisee potrebbe sentirsi frustrato nel momento in cui credesse di poter operare meglio del franchisor.

Restrizioni imposte al franchisee. Un franchisor può proibirti di vendere prodotti o servizi diversi da quelli da lui stesso approvati. Queste restrizioni risultano difficili da accettare quando tu pensi che esista una forte richiesta, da parte dei clienti, di un prodotto nuovo o diverso. Esiste un metodo per dare suggerimenti, ma questo può essere difficile e dispersivo in termini di tempo. Il franchisee è soggetto alle decisioni prese nella sede centrale del franchisor. In quanto franchisee, è necessario che tu sia disposto a limitare la tua indipendenza come imprenditore.

Franchisor debole, inesperto e sottocapitalizzato. È importante capire che tutti i franchisor non sono uguali. A volte tu puoi offrire al franchisor molto di più di quanto non abbia lui da proporti. Il passo fondamentale consiste nel controllare attentamente le credenziali dell'organizzazione aziendale, del franchisor e del consiglio di amministrazione. Comunque, è altrettanto importante non ignorare un franchisor soltanto perché questi è nuovo nel mercato. Agendo in questo modo, si potrebbe perdere una grande occasione. Quanti sarebbero stati contenti di acquistare un ristorante McDonald’s quando Ray Kroc cominciò a offrirli in franchising?

La durata del rapporto di franchising. Non c'è nessuna possibilità di liberarsi da un rapporto con un franchisor se non vendendo l’attività. È necessario verificare se e quali restrizioni esistano nel contratto su come vendere la franchise a terzi. Inoltre, bisogna analizzare se e quali condizioni devono verificarsi per costringere il franchisor a ricomprare l'attività. Dato che il rapporto di franchising è di non breve durata, è fondamentale chiedersi se si desidera essere coinvolti nella relazione con il franchisor per il resto della propria carriera di imprenditore.

Dipendenza dal successo del franchisor. Il successo di una franchise è di solito in funzione del successo del franchisor. Alcuni franchisor molto noti sono falliti. Quando accade ciò, il franchisee, di solito, fallisce o è costretto a continuare l’attività come operatore indipendente. Per evitare ciò, esamina attentamente il Business Plan e le relazioni finanziarie del franchisor. Questo ti aiuterà ad identificare i potenziali lati deboli. D’altra parte, molti problemi sorgono quando un franchisor è acquistato da una società più importante oppure quando una nuova squadra di manager si sostituisce alla precedente per gestirne l’attività. In questo frangente, i franchisee non sono più in grado di gestire la situazione.

I soggetti che decidono di acquistare una franchise sono di solito soddisfatti della decisione presa.

Secondo un sondaggio dell’Associazione Britannica del Franchising, più del 95% dei franchisee sono tuttora in attività con piena soddisfazione dopo 5 anni dall’entrata nella rete di franchising.

Per l’Italia, l’indagine campionaria 2004, su 65 reti associate all’Associazione Italiana del Franchising, ha rilevato che il 93% dei franchisee ha rinnovato il contratto alla sua scadenza naturale.

Il tasso di crescita delle attività in franchising supera quello del dettaglio indipendente. Per questo il franchising rappresenta una scelta eccellente. Ma è la scelta migliore anche per te?