Articoli


Lo stato dell'arte nel 2011 del franchising in Italia

Da: Email Author

I risultati presentati alla 7a Conferenza Assofranchising



conferenza-assofranchising

Attraverso l’analisi degli indicatori principali del franchising in Italia (Rapporto Assofrachising Italia 2011 – Strutture, Tendenze e Scenari), presentati da Assofranchising all’annuale Conferenza nazionale svoltasi il 12 giugno a Milano, presso la Camera di Commercio, e giunta ormai alla sua settima edizione, ci proponiamo di fornire ai nostri lettori alcuni trend e parametri di riflessione sullo stato dell’arte del settore. 

L’Associazione Italiana del Franchising - Assofrachising - fondata nel 1971, è il marchio storico nell’organizzazione della rappresentanza del franchising in Italia e gode di importanti e strategici collegamenti nazionali ed internazionali. Nell’edizione 2011 del suo “Rapporto”, frutto della collaborazione tra il Servizio Studi Assofranchising e l’Osservatorio Permanente sul Franchising (costituito da una compagine che annovera varie università, fra cui il Dipartimento di Scienze economiche de La Sapienza di Roma), nonostante il particolare contesto socio-economico italiano e il più generale ripensamento nel campo dei consumi - come la ricerca del migliore rapporto qualità/ prezzo, dove il franchising sembra garantire questo risultato - si evidenziano, in quasi tutti i casi, trend positivi, seppure contenuti. Infatti, il franchising, nella situazione attuale gravata da una pesante recessione che coinvolge non solo l’Italia, si dimostra, ancora una volta, un elemento di marcata innovazione e flessibilità. 

I numeri del settore Franchising

Innanzitutto, alla fine del 2011 in Italia si registrano 885 reti attive, che soddisfano i requisiti minimi di 3 punti vendita tra diretti e in franchising (2 unità in più rispetto al 2010). Di queste, 791 sono italiane, 63 sono master franchise e 31 reti operano in Italia solo con franchisee, ma con sede legale all’estero. Il dato ha, soprattutto, un elevato valore simbolico, in una cornice dove molti negozi al dettaglio indipendenti sono costretti a chiudere i battenti. 

Il giro di affari, indicatore cruciale per la vitalità del settore, si attesta su 22.334 milioni di Euro (+0,7% rispetto all’anno passato). La crescita, anche se modesta, sottolinea una sostanziale capacità di tenuta delle reti italiane di franchising. In Italia, i punti vendita in franchising crescono “solo” di 83 unità (+0,2%) e, contemporaneamente, decresce la dimensione media delle reti (-0,2) a causa della maggiore selezione dei franchisee da parte degli affilianti. Tuttavia, si tratta di un dato non di poco conto in quanto, nella maggior parte dei casi, sono proprio i giovani a essere impiegati nella distribuzione. Al contrario, all’estero si registra uno sviluppo più incisivo, sia di reti italiane presenti all’estero (+3,3%), sia in termini di punti vendita (+3,2%), sia di dimensione media delle reti (+0,6%). Questa tendenza dimostra la volontà delle reti di evitare un’eccessiva dipendenza dai ricavi prodotti dal mercato nazionale. La crescita progressiva, inoltre, evidenzia un basso turn over e la capacità di radicamento e affermazione oltre i confini nazionali. Sono aumentati, anche se in modo lento ma costante, i master franchisor stranieri in Italia (+5,0%), mentre hanno subìto una decisa contrazione le reti straniere operanti in Italia con soli franchisee, ma sede legale in altro paese (-6,1%). 

In quanto generatore di imprenditorialità e di occupazione, il franchising registra un dato molto positivo in merito alla media degli occupati per punto vendita con un +16,7% e con una crescita tra gli addetti impiegati nelle reti, compreso il franchisee, con un +1,0%, ovvero + 1.813 unità in valore assoluto. Ulteriori rilevazioni di dati stimano che il 29,0% dei franchisee ha un’età compresa tra i 25 e 35 anni e che un numero significativo di punti vendita in franchising è aperto da donne: giovani e donne, due categorie considerate “deboli” dal mercato in generale, ma non dal franchising.

ASSOCIAZIONE ITALIANA
DEL FRANCHISING

Via Gioia 70 - 20125 Milano
Tel. +39 02.29.00.37.79
Fax +39 02.65.55.919
www.assofranchising.it

 



Guarda le altre notizie di questo mese


Agosto 2012

Luglio 2012

Giugno 2012

Maggio 2012