Articoli


Fiere del franchising: l'importanza degli incontri face to face

Da: Email Author

L'importanza dei rapporti personali nel mondo degli affari





Fiere del franchising: servono ancora?

Nonostante i nuovi mezzi tecnologici - Skype, E-mail, sms - permettano una comunicazione rapida ed efficace, sembra che nulla possa sostituire il contatto diretto con il proprio interlocutore/i, sia che si tratti di clienti, di colleghi, di consulenti, di futuri partner, ecc.. 

Le nuove tecnologie, che permettono di comunicare con gli altri più liberamente e rapidamente, rappresentano un grande vantaggio nel mondo moderno, ma nei rapporti di affari è opportuno tenere presente che i futuri partner desiderano lavorare con qualcuno con cui rapportarsi di persona e non solo acquistare prodotti o servizi.

Quali sono, nelle trattative di affari, i vantaggi imputabili a un incontro “a tu per tu” rispetto a uno di tipo virtuale?

Ecco alcuni suggerimenti per ottenere il massimo da un incontro personale:

  • la maggior parte dei luoghi di lavoro sono dotati di un esiguo numero di uffici privati. Infatti, gli impiegati lavorano in open-space dotati di box, dove risulta estremamente difficile o, addirittura, impossibile, gestire una conversazione privata. A questo punto, potreste decidere di invitare il vostro interlocutore in un locale o a fare una passeggiata intorno all’isolato, in modo tale che possa esprimersi più liberamente e condividere con voi le informazioni più importati;
  • la maggior parte delle conversazioni di lavoro si concentrano sulla risoluzione di problemi in modo veloce ed efficiente, mentre le relazioni interpersonali si costruiscono nel momento in cui vi concedete il tempo necessario rivolto alla condivisione e alla conoscenza reciproca. Questo processo di conoscenza reciproca si sviluppa più naturalmente durante un incontro faccia a faccia, invece che via telefono o via E-mail. Inoltre, brevi accenni ai gusti e alla vita personale degli interlocutori possono cementare le relazioni tra le persone;
  • solo durante un incontro di persona è possibile generare e lasciare un’impressione di voi stessi. Anche attraverso il vostro abbigliamento, ad esempio se un po’ eccentrico, è possibile iniziare una conversazione rilassante prima di affrontare argomenti più seri;
  • saper leggere e interpretare il linguaggio del corpo può costituire un enorme vantaggio competitivo. Infatti, le espressioni del volto spesso sono molto più comunicative rispetto alle parole stesse. Cercare di mettere a proprio agio i vostri interlocutori vi permette di leggere, attraverso i loro occhi e il corpo, stati d’animo e sentimenti di fiducia, di empatia, di paura, di amicizia o di sincerità;
  • visitare il cliente presso il proprio ufficio e azienda vi permette di reperire importanti informazioni dall’ambiente circostante e, di conseguenza, potrebbe influenzare il vostro piano di affari o proposta commerciale. Se comprendete le dinamiche dell’azienda, potrete comunicare in modo più efficace e venire incontro alle esigenze dei vostri clienti.

L'importanza di una fiera del franchising 

Questi tipi di comportamenti hanno un loro valore nei primi contatti tra l’imprenditore franchisor e l’aspirante franchisee, due partner che dovranno collaborare attivamente in un rapporto che normalmente è pluriennale. Pensiamo poi all’importanza dei contatti “vis à vis” che i visitatori hanno quando, a un salone del franchising, decidono di incontrare presso gli stand i responsabili franchising delle imprese franchisor e con i quali possono trattare di persona l’adesione alle reti di franchising e reperire informazioni di “prima mano”. I due futuri partner di franchising registreranno un successo solo se riusciranno a conoscersi, a capire le rispettive controparti e a interagire, al fine di arrivare a concludere positivamente la trattativa.

Laura Bonani



Guarda le altre notizie di questo mese


Febbraio 2012

Gennaio 2012

Dicembre 2011

Novembre 2011