Articoli


Come aprire una palestra | Franchising palestre

Da: Email Author

Franchising palestre



palestre

Se siete appassionati di fitness e fate dell'attività sportiva un punto costante della vostra vita potreste anche decidere di farla divenire una fonte di guadagno per la vostra persona. Come? Aprendo una palestra nella vostra città ed avviando una attività che è sempre in continua espansione, promettendo alte percentuali di guadagno e di ampliamento della propria attività imprenditoriale.

Aprire una palestra è un vero e proprio lavoro imprenditoriale che deve essere in grado di offrire a prezzi vantaggiosi le attività sportive più attuali e richieste: si devono ricercare allenatori ed istruttori sportivi specializzati, si devono acquistare i macchinari e gli attrezzi sportivi di ultima generazione e bisogna continuamente aggiornarsi sui corsi in voga e più richiesti dalle persone.
Non bisogna poi dimenticare tutto quello che concerne i permessi da richiedere, le norme che regolano le palestre, le licenze necessarie e la capacità gestionale per gestire un locale del genere.
Se non siete quindi appassionati di sport e non avete un'indole imprenditoriale non è un'impresa in cui vi conviene cimentarvi.
Se invece pensate di essere all'altezza prendete in considerazioni queste brevi linee guida.

Guarda le opportunità di franchising presenti nella categoria Palestre - Fitness

I costi da considerare

Innanzitutto vi è il locale dove aprire la palestra che potrà avere dimensioni variabili a seconda del tipo di palestra che intendete aprire. Si può anche considerare di acquistare l'immobile se si ha una liquidità sufficiente, altrimenti è meglio evitare la richiesta di grossi finanziamenti senza aver prima avviato l'attività. Vi saranno poi le buste paga mensili ai dipendenti (istruttori, receptionist, addetti alle pulizie), i costi fissi quali bollette e manutenzione dei macchinari e l'acquisto dei macchinari stessi che possono anche sfiorare spese di diverse decine di migliaia di euro.
E' possibile associare all'area sportiva anche una zona wellness dove si praticano massaggi e trattamenti estetici ma in questo caso si devono considerare ulteriori licenze da richiedere, macchinari professionali da acquistare ed altro personale qualificato da assumere. Non bisogna poi dimenticare che il locale in locazione potrebbe necessitare di opere di ristrutturazione e di messa a norma degli impianti di areazione e di riscaldamento e che è necessario stipulare delle polizze assicurative speciali. 
Visti gli importanti costi da sostenere è bene valutare anche la forma giuridica della società: esistono Srl sportive dilettantistiche ad esempio, anche senza scopo di lucro (per maggiori info leggi anche: http://www.tuttononprofit.com/2011/06/srl-sportiva-dilettantistica-senza.html )

Come muoversi

Bisogna avere una partita iva e registrarsi al registro delle imprese, presentando presso il comune dove si intende avviare la palestra una "denuncia di inizio attività": all'interno di questo documento sarà necessario indicare le generalità del gestore, quali attività sportive si svolgeranno all'interno dei locali, gli eventuali atti di ristrutturazione e messa norma dell'immobile.
E' importante sapere che gli ambienti della palestra dovranno essere resi conformi prima di presentare la "denuncia di inizio attività".
Per far sì che la propria attività possa partire bene ed avere successo è indispensabile scegliere una zona servita da mezzi pubblici, con ampi parcheggi vicino ed è fondamentale attivare un servizio di volantinaggio pubblicitario per far conoscere ai residenti le attività svolte ed i prezzi concorrenziali che si intendono offrire.
Non è da sottovalutare poi l'importanza degli arredamenti e della pulizia che gli ambienti dovranno trasmettere costantemente agli utenti associati.

Guarda le opportunità di franchising presenti nella categoria Palestre - Fitness



Guarda le altre notizie di questo mese


Gennaio 2013

Dicembre 2012

Novembre 2012

Ottobre 2012